Home / CULTURA / “Sempre caro mi fu quest’ermo colle”

“Sempre caro mi fu quest’ermo colle”

Vademecum

L’aderenza con la realtà, moltitudine celebrata, con destrezza sensoriale. Ambita risolutezza, ove la mano pensante, crea la letteratura dell’espressione. Prevedere con attonita speranza, nel perdurare sulle avversità, attraverso la rivelazione erudita dell’arte. Riservarsi il tempo… Nell’elitaria riflessione, intravedendo lo spiraglio ...

Leggi Articolo »

FUORI SOGLIA

Un refolo soave e gentili augelli sent’or con dolce fiuto di fiori maggiolini Di latte è il cielo, di rugiada è l’aura, di smeraldo è il manto Primavera tardiva, anch’essa pria reclusa, gode qualche libertà, ora così preclusa O Natura ...

Leggi Articolo »

QUELLE NOTTI A METÀ

Bar aperti..son metà e son vuoti a metà. Siedi qua, ma non di là o stai dove non ti va. Fuori tardi non si fa E a ballar non si va Notti belle intere se trovi la tua metà Strade ...

Leggi Articolo »

Chi ama ha sempre ragione

È impossibile scrivere una recensione normale per un libro speciale. Una sfida a quelli che “è già stato detto/scritto tutto ”. Il coraggio di vivere una passione totalizzante, spiazzando quelli che “non ci sono più i sentimenti ” e “ormai ...

Leggi Articolo »

23:39

Mi diceva sempre “parlami di qualcosa” e tra tutte le cose che potevano venirmi in mente riuscivo a tirare fuori solo il mio dolore. Così me ne stavo in silenzio a tratti mi sentivo stupida. Lui mi guardava e io ...

Leggi Articolo »

Pasqua; laica e non

LA CAVERNA Si vedon solo sfocate ombre alla luce fioca che trapela. Questo è il Mondo, è il Tutto. Cos’altro può desiderar di più chi è già nel Mondo e nel Tutto? “Vi son nato; o rassegnato” Poi un ribaldo, ...

Leggi Articolo »

In questi giorni senza

  ABBIAMO CAPITO  (CI ERAVAMO DIMENTICATI) Che senza socialità non c’è felicità Che la notte ha la stessa dignità del dì Che il tempo e lo spazio sono relativi: da risorsa molto scarsa sono diventati d’improvviso risorsa molto abbondante Che ...

Leggi Articolo »

Re(si)stiamo in casa.

Re(si)stiamo in casa. Brindiamo con l’anima, andiamo a mangiare vicino al cuore, riposiamoci tra le vene e i polmoni, raccontiamo una barzelletta ai nostri occhi. Andiamo al cinema. Oggi proiettano la vera storia dei nostri piedi, dei nostri passi; credo ...

Leggi Articolo »

L’amore che si paga

Ho letto che L’amore che si paga non è amore. Ho riflettuto sopra ai suoi fianchi, vicino alle sue labbra, davanti alle sue spalle. Mi ha chiesto di non baciarla. Ho rispettato il suo desiderio, rispetto tutti i desideri quando ...

Leggi Articolo »

Mi dispiace per l’accaduto.

Mi dispiace per l’accaduto. Davvero. Sono stufa di aspettare. Voglio ascoltarti. Parlami, urtami, grida. Non mi importa, ma fa’ un gesto. Io sono qui Vivo, gioisco, piango Ma più di ogni cosa ti aspetto Attendo un tuo cenno, un avviso. ...

Leggi Articolo »