Home / LIFESTYLE / La Basicata al centro destra

La Basicata al centro destra

Stavo riflettendo sull’ennesima vittoria alle Regionali della coalizione centro-destra, questa volta spodestando l’egemonia di ben 24 anni di un governo di sinistra in Basicata.

Al di là dei meriti indiscutibili di Matteo Salvini e della sua campagna elettorale, incontrando nelle realtà specifiche le persone e andando a conoscere le situazioni locali, ritengo che anche la sinistra con i suoi rappresentanti abbia contribuito a questo risultato elettorale.

Faccio tre esempi tra l’ironia e la triste verità

1) Il ritorno di Romano Prodi e delle sue lunghe interviste a favore della sinistra e dei banchieri europei hanno sicuramente contribuito a far emigrare sciami di persone verso il centrodestra. Il tono vocale di questo uomo provoca un’irritazione epidermica, oltre ad essere soporifero.

2) Il nuovo e vecchio leader del Partito Democratico.

Zingaretti:” A me hanno imparato…” Non si può esordire pubblicamente ed iniziare un mandato con queste mostruosità grammaticali, che scadono addirittura nel “cattivo gusto acustico”.

Renzi che posta la bilancia per confermare che ha perso 10 kg. da quando non è stressato da responsabilità di Primo Ministro.

3) Quel mentecatto e subdolo personaggio di David Parenzo che si presenta negli studi de Il Sole 24 ore, precisamente nello spazio radiofonico de “La Zanzara”, avvolto come un avvoltoio ( scusate la cacofonia, ma da la vera dimensione della persona e del suo modo di essere) nella bandiera europea.

” Magnum videor dicere: attendite etiam quem ad modum dicam. Non enim verbi neque criminis augendi causa complector omnia: cum dico nihil istum eius modi rerum in tota provincia reliquisse, Latine me scitote, non accusatorie loqui” (Cicerone).

Baldassarre Aufiero, marzo 2019 – © Mozzafiato

 

 

Ufficio Stampa