Home / LIFESTYLE / FIGLI DELLE STELLE

FIGLI DELLE STELLE

Tra astrologia e realtà

Chi almeno una volta non si è soffermato a leggere l’oroscopo?

Ecco vedo già le facce di alcuni di voi pronti a pensare ad un’altra #trashatadelle mie. Ebbene si, eccovi accontentati, oggi vi parlo di ASTRI.

So di non aver  lo stesso sex appeal di Paolo Fox ne le sue stesse qualifiche stellari, ma l’argomento mi ha sempre incuriosita a tal punto da improvvisarmi spesso anche astrologa professionista.

Credo mi manchi solo la qualifica di #espertaditendenze per aggiudicarmi il nobel  2017 per l’inutilità.

Infatti, ogni qual volta un’ amica mi parla, per esempio, di un ragazzo , una delle mie prime domande è sempre ed inevitabilmente questa  : “ MA DI CHE SEGNO E’?” perché da li, diciamocelo, si capisce oggettivamente tutto.

Certo bisognerebbe anche conoscere l’ascendente, il corrispettivo segno cinese ,(perché se è del cavallo già vi dico che possiamo trottare felici; ovviamente non fate i bigotti, è una battuta) la congiunzione planetaria al momento della nascita e chi più ne ha più ne metta, ma  per queste cose specifiche chiedete direttamente  al #paolonenazionale in quanto  io, per ora ,sono ancora una laureanda  in scienze astrologiche livello base che studia grazie all’app dell’oroscopo scaricata A GRATIS  sul cellulare.

Per farvi capire, infatti, quanto io sia astrologicamente dotata vi basti pensare che nelle prime fasi della conoscenza con Andrea  ero seriamente convinta fosse del #cancro in quanto tutto nella sua personalità corrispondeva perfettamente al quel segno che, nei vari manuali di affinità astrologica, era considerato come l’anima gemella del mio ( TORO-CANCRO= AMORE4EVER).  Nella mia mente infatti già balenavano immagini del nostro matrimonio, dei nostri figli e delle bomboniere di nozze a forma di segni zodiacali.

Un giorno allora per fare la brillantona gli chiesi se fosse effettivamente del cancro, convinta già di pavoneggiarmi per il mio innato intuito ma la sua risposta fu deludente : “ GEMELLI” .

Inutile dire che mi crollò il mondo addosso, come poteva essere dei gemelli? Il segno più orribile di tutto lo zodiaco, quel segno che con il mio non ci azzecca neanche una vocale.

Sul CIOE’ davano sempre  questa coppia per spacciata ed io cosa faccio?  Mi ritrovo a flirtare con uno di loro?

Il Toro è un segno di terra, attaccato alle sue radici, è un segno fedele, bellissimo, fantasmagorico e non incline ai cambiamenti . Il Gemelli invece cos’è?? Un segno d’aria, sempre in movimento, un segno ballerino, sempre alla ricerca di novità…come potevo continuare questa cosa?

Mille dubbi mi afflissero  e neanche il consulto privato  con Paolo ebbe buoni risultati : è una coppia che non regge, mi disse, tramite l’applicazione sul cellulare.

Ma da buon Toro testardo decido di giocarmi l’ultima carta: L’ASCENDENTE. Mi faccio dare luogo e ora esatta di nascita e comincio a smanettare. LEONE, è ascendente LEONE! Finalmente c’è un senso a tutto , finalmente capisco il perché del nostro feeling.

Tutto continua quindi splendidamente: non ci siamo sposati, ma conviviamo. Non abbiamo figli, ma abbiamo un gatto ( dell’ariete) .

E come dice sempre il mitico PAOLO : “ L’ASTROLOGIA NON E’ UNA GRANDE FROTTOLA, MA NEMMENO UNA COSA A CUI DARE PESO IN MODO CIECO”

Baci stellari

Eleonora Minelli, dicembre 2017 – © Mozzafiato

Ufficio Stampa