Home / CULTURA / LA GENERAZIONE SALTATA

LA GENERAZIONE SALTATA

 
 LA GENERAZIONE SALTATA ( sfortuna epocale)
 @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
Il ricambio generazionale ha saltato un turno.
Quello dei 40-50enni di oggi.
Sono mal visti (anche per infondata invidia d’età) dai loro predecessori, i 60-70enni (e oltre) che non vogliono lasciare posizioni e poteri, forse giustamente se sono (e lo sono) in forma.
In effetti costoro per primi stanno beneficiando del cospicuo allungamento della vita media in salute e in attività: i loro padri a quell’età erano in media morti o fuori uso da molto tempo ed essi ne avevano già ereditato beni e funzioni.
Come se non bastasse, i nostri sono da questi avversati e invidiati perché sono i primi ad essere stati radicalmente ribelli rispetto al mondo antico, soprattutto in tema sessuale e familiare.
Teenagers_community_managerIn quell’età di mezzo gli uomini sono poi addirittura odiati dai 20-30enni (per non dire dei teenagers) scalpitanti, che premono per soppiantarli ancora prima che abbiano-sia gli uni sia gli altri-realizzato qualcosa.
Costoro considerano tutti i più grandi già vecchi anche perché sono i primi ad avere in mano (fino da quando sono bambini) un mondo nuovo, tutto loro, del quale sono padroni e maestri indiscussi: il mondo virtuale e informatico. Ma anche perché sono-magari non proprio a torto-la prima vera generazione del ‘”tutto subito” e del tempo che manca sempre più. Peraltro i 40-50enni vivono ormai da più di 20 anni in una situazione di crisi economica e decadenza sociale permanenti, avendo così sprecato il loro tempo più utile per affermarsi e godere la vita in benessere.

Il Conte, maggio 2015 – Mozzafiato Copyright

Ufficio Stampa