Home / Due parole su … / Lara Ferrari

Lara Ferrari

Amo cinema e filosofia.

Scrivo e desko in allegria.

Se mi impegno, posso scrivere di tutto senza sapere di niente (citando Enrico Franceschini).522654_10200889345785248_687636450_n

Ma con quanta professionalità.

Rido di pancia guardando Woody Allen, mi commuovo davanti a A qualcuno piace caldo. Non mi nego nulla, sul lavoro.

Sospinta da una passione viscerale per gli oceani, nel 2007 mi imbarco su un motoscafo per vedere da vicino le fasi salienti dell’America’s Cup.

Vince la scuderia elvetica Alinghi, di cui prendo lo zaino come gagliardetto.

Sono Lara, giornalista professionista dal 2007, ho mosso i miei primi passi in Gazzetta di Reggio, mi sono fatta le ossa nel quotidiano Ultime Notizie – costola del giornale Avvenimenti – dove mi hanno affidato il settore spettacoli nel 2004.

1530444_10205020063330605_3458532843526380186_nDopo anni in cui alternavo cronaca e cultura, divento responsabile degli spettacoli in un giornale locale, incarico tenuto fino all’estate 2013.

Poi, eccomi qui. Freelance con i miei punti fermi: la settima arte, Cannes, i viaggi, la mostra di Venezia, il sogno di trasferirmi a Vancouver, di vedere il Giappone, di fare un giro intorno al mondo, le mie interviste ai ricchi e famosi, le storie piccole e grandi che racconto sul Resto del Carlino nella mia città, Reggio, i pezzi di cinema sempre e ovunque, le dirette Twitter. Inseguo il sonno. E la Bellezza delle cose. Adoro mangiare e adoro farlo nelle Langhe, Sorseggiando il Barolo. Sono questa qui.

Ma sono mille altre.

E nelle trasferte non manca mai lo zainetto di Alinghi, di cui sopra.