Home / Due parole su … / Adriana Valentini

Adriana Valentini

Adriana Valentini, annata 79, e la sua passione per il vino credo risalga inconsciamente alla sua infanzia quando Nonno Cornelio la portava in giro in carriola nella campagna padovana e al momento della merenda tirava fuori pane, sopressa e ‘un goto de vin’…”tanto è solo succo d’uva” le diceva!Nonno Adriana
In età adulta l’illuminazione: un viaggio fai-da-te in Borgogna nella calda estate 2006…ed ecco che una volta tornata in Italia si insinua l’idea di poter scoprirne di più, di provare ad esplorare questo mondo così incredibile che è il vino e soprattutto tutte le persone che ci lavorano all’interno, i produttori in primis, che lo rendono così speciale.
Adriana 30
Inizio il mio percorso di-vino scegliendo di percorrerlo a Milano, la mia città, con una grande Associazione, l’AIS (Associazione Italiana Sommelier) che oggi considero come una ‘grande famiglia’ che mi ha accolto e che mi ha dato spazio negli anni per crescere e sviluppare capacità che nemmeno io pensavo di avere!
Adriana 7
Una famiglia, sì, diventata così importante tanto da decidere due anni fa di lasciare un lavoro a tempo indeterminato di traduttrice ed interprete presso una società inglese per imbarcarmi su una nave da crociera e di percorrere così la carriera di sommelier professionista.
Adriana 13
Quella che sono orgogliosa di portare avanti oggi anche ‘a terra’ dopo varie esperienze lavorative nella ristorazione di alto livello, con tutta la voglia di imparare e con tutta la passione che mi spinge a fare sempre del mio meglio.
Una ‘sete di sapere’ che spero mi porterà lontano.
Adriana 123