Home / CULTURA / Ogni volta che leggo un libro di Fabio…VOLO.

Ogni volta che leggo un libro di Fabio…VOLO.

Ogni volta che leggo un libro di Fabio …VOLO.

Potrei chiudere qui la mia recensione sul nono ed ultimo libro Quando tutto inizia” di questo poliedrico scrittore quarantacinquenne capace di far immedesimare tutti nei protagonisti dei suoi libri. Certo parla spesso (molto spesso) d’amore, ma d’altronde la nostra vita gira intorno a quello, siamo tutti delle mine impazzite che vagano alla ricerca di quel battito cardiaco in più che riesce a farci sentire  davvero vivi.

Qui il protagonista è Gabriele, un quarantenne che dedica gran parte del suo tempo alla carriera; orfano di genitori e di legami sentimentali, riversa le sue energie nel lavoro, tentando così di tener occupata la mente ed evitando di inciampare nelle complicate strade del cuore. Al matrimonio di Luca ( collega e amico)  Gabriele scappa, per ritrovarsi poi in abito da cerimonia in una gelateria.

E lì,proprio quando sembra volersi allontanare da tutto, incontra lei: Silvia.

Qualche sguardo e due chiacchiere bastano per far capire al lettore che questa sarà una grande storia d’amore, nonostante dopo il primo incontro le strade dei due si dividono inesorabilmente lasciando il dubbio che potrebbero non rincontrarsi  mai più. Il destino però è in agguato e con un colpo da maestro decide di farli incontrare, per caso, in una libreria ; è da qui nasce tutto. La casa di Gabriele  diventa il loro nido d’amore, un perfetto rifugio per stare lontani dal mondo, lontani abbastanza da dimenticare la realtà: perché Silvia è sposata ed è mamma.

In un inesorabile susseguirsi di emozioni, Fabio Volo mette in luce un’altra faccia dell’amore facendocelo vivere non come un sentimento che può superare tutto, ma come un’opportunità di crescita e conoscenza maggiore di noi stessi. Perché tutti siamo un po’ come Gabriele : non vogliamo lasciarci andare per paura, ma quando incontriamo chi riesce a smuovere le corde giuste del nostro Io più profondo siamo capaci di qualsiasi cosa. E forse ad ognuno di noi sarà capitato almeno una volta di incontrare una Silvia che nonostante tutto è riuscita a farci maturare facendoci capire quale direzione prendere.

Con questo libro Fabio conferma di essere uno dei miei scrittori preferiti, proprio perché con il suo linguaggio scorrevole ed immediato arriva dritto al cuore.

Ricordo ancora quanto “ Le prime luci del mattino” ( lo consiglio a tutti)  abbia contribuito a darmi il coraggio di stravolgere la mia vita. Ed è pazzesco come la lettura abbia il potere di influire talvolta sulle nostre decisioni; forse perché alla fine, chi decide di intraprendere la carriera di scrittore, decide anche di condividere con il resto del mondo piccole parti di sé che possono essere utili a tanti altri,  per capire meglio loro stessi ed il mondo che ci circonda.

E quando uno scrittore riesce ad arrivarci in questo modo…ha già vinto.

 

Eleonora Minelli, dicembre 2017 –  © Mozzafiato

Ufficio Stampa