Home / LIFESTYLE / #Hablamos?#Parlem?

#Hablamos?#Parlem?

Parliamo? Questo è lo slogan che si è diffuso in tutte le piazze spagnole dopo il referendum per l’indipendenza della Catalunya.

La gente comune inneggiava ad un dialogo a seguito dei fatti avvenuti durante il giorno delle elezioni. Quel giorno numerose persone che si erano recate a votare erano state caricate e ferite dalla Guardia Civil.

Nella serata di ieri CarlesPuidgemont, presidente della Catalunya, si è presentato al parlamento di Barcellona e nel suo discorso al popolo ha enunciato tali parole : “Costituiamo la Repubblica catalana, come Stato indipendente e sovrano, democratico e sociale”, ed inoltre affermato: “La nazione catalana, la sua lingua e la sua cultura hanno mille anni di storia”. Sul finire del discorso ha poi informato l’Unione Europea  della proposta di negoziati con la Spagna.

E Il governo centrale di Madrid? Ieri è stato a guardare ma oggi si esprimerà. L’esito del voto è ritenuto incostituzionale, ma il popolo si è difatti espresso ed i catalani non sembrano voler tornare sui loro passi.

Intanto sedi di grandi aziende fanno i bagagli e lasciano Barcellona e dintorni.

L’Unione Europea trema di fronte ad una possibile divisione della Spagna dopo la questione Brexit. Sarebbe interessante analizzare se gli attentati sul suolo europeo abbiano contribuito a sortire questo effetto.

Di fatto c’è però una spaccatura tra popolo e governo e, come diceva Benjamin Franklin:

 Quando il governo teme il popolo, c’è libertà. Quando il popolo teme il governo, c’è tirannia”.

Edoardo Colzani, ottobre 2017 – © Mozzafiato

admin