Home / LIFESTYLE / DUE DEL GIORNO / BEAUTY DUE

BEAUTY DUE

“Sei bello, non mi piaci”. Ebbene sì, in questi tempi di mondo al contrario, capita anche questo; pure molto più spesso di quanto si pensi. E non riferito ai vacui bellocci piacioni, per i quali forse si potrebbe concordare, ma ad una bellezza più profonda. Né si scomodi il luogo comune della bellezza esclusivamente soggettiva: una bellezza oggettiva di base esiste, anche per le persone.
Le motivazioni ovvie per cui si vedono molte donne con uomini decisamente non belli (ricchezza, potere, fama, ruolo) sono appunto ovvie. Qui interessano aspetti più sottili.
Intanto direi che vi è un generale rifiuto o superamento della bellezza, in ogni ambito (dell’abbigliamento all’architettura, dal linguaggio al design); il gusto femminile non poteva rimanerne immune.
Inoltre spesso si travisa il concetto, confondendolo con altro: dalla lunghezza (“altezza mezza bellezza” si dice,stavolta da sempre) al peso (quale sia il vantaggio evolutivo di grossi e gonfi nella società della conoscenza,dell’informazione e del computer mi sfugge..). La bellezza del metro o del chilo dequalificano di default chi le professa.
Poi la bellezza impegna, ci si deve sentire adeguati a conquistarla, mantenerla e difenderla; molte donne, pur essendolo, non se lo riconoscono.
Infine ci sono i pregiudizi; in quanto tali come sempre quasi tutti sbagliati:
L’uomo bello ha tante donne e mi verrà presto sottratto: beh, se tutte ragionano così non ne ha neppure una, come a volte accade!
L’uomo bello è vanitoso e pensa più a sé che alla compagna: no; a parte casi patologici, è semplicemente e meritoriamente un esteta, per sé e anche per lei.
L’uomo bello non mi vuole: beh, lasciate che sia lui a dirlo, se state dando un Due vuol dire che vi vorrebbe, eccome!
L’uomo bello è farfallone: bah, forse si ritiene che il vizio di uno dei due generi valga anche per l’altro, comunque spetta anche alla donna che c’è far sì che il suo compagno non ne necessiti altre e resti.
L’uomo bello è freddo e non passionale: intanto la passione è reciproca e si alimenta anche con quella femminile, poi che la somatica sia correlata con la focosità, forse neppure Lombroso osò tanto!
L’uomo bello è stupido: beh, si è sempre detto delle donne, garantisco che, seppur qualche volta può essere vero, non se ne deve affatto fare una regola, neppure probabilistica; conosco molti illuminanti esempi contrari, dell’uno e dell’altro sesso.
L’uomo bello non ha fascino: è un errore sequenziale: il fascino dev’essere causa e non conseguenza della bellezza. Se non che il fascino è morto o moribondo e con esso la sua bellezza; quindi ormai si scelgono uomini senza l’uno e pure senza l’altra.
Sta di fatto che molte di queste erronee convinzioni sopravvivono, e si potrebbe concludere che paradossalmente a volte si è troppo belli per non prendere un Due!

Il Conte, ottobre 2017 – © Mozzafiato

Ufficio Stampa