Home / NEWS / Nostradamus al Tour

Nostradamus al Tour

Spesso e volentieri il televideo della Rai si distingue per la scarsa precisione nel riportare le notizie, arricchite non di rado da grossolani errori di ortografia e da un linguaggio claudicante. Ma nel pomeriggio di sabato 22 luglio questo servizio pubblico – d’indubbia utilità nonostante tutto – ha superato se stesso in occasione del Tour de France, offrendo un inatteso quanto sorprendente vaticinio.

Alla penultima tappa della kermesse francese è in programma la gara a cronometro decisiva per l’affermazione finale. Come previsto dal regolamento, la maglia gialla Chris Froome deve prendere il via per ultimo. Ed ecco il colpo di scena innescato dai novelli aruspici del televideo nazionale. Nella sezione sportiva, a pagina 261, parecchi minuti prima della partenza del campione britannico viene riportata la notizia (tra l’altro, sotto il titolo relativo alla tappa del giorno prima) che Froome ha già concluso la gara contro il tempo, piazzandosi al terzo posto e blindando il suo quarto trionfo al Tour.

Ma la vicenda assume una dimensione incredibile più tardi, quando la maglia gialla conclude effettivamente la gara al terzo posto, confermando quindi in pieno la succosa “anticipazione” dei veggenti del televideo, degni eredi di Nostradamus. Magia, premonizione, viaggio nel tempo oppure più semplicemente una robusta botta di sedere? Che forse ha salvato dal licenziamento i responsabili dell’ennesimo strafalcione…

 

Gino Delvecchio, luglio 2017 – © Mozzafiato

admin