Home / CULTURA / "Sempre caro mi fu quest'ermo colle" / Quattro gocce cadute dal cielo

Quattro gocce cadute dal cielo

Quattro gocce cadute dal cielo.
Una è caduta nel fiume.
Una nel lago.
Una dentro il mare, e una dentro ad una pozzanghera.

Tre gocce sembravano più felici.
Una sembrava decisamente più triste.
Quattro gocce cadute dal cielo.

Un uomo si avvicinò al fiume, bevve un sorso d’acqua.
Si dissetò.
Un altro uomo si fermò a guardare il lago. Meraviglia.
Sfiorando le onde del mare, un altro uomo decise di sorridere in silenzio.
Ricordò

Una goccia sembrava decisamente più sfortunata delle altre …
“Solo una semplice pozzanghera” …

Quattro gocce cadute dal cielo.

Accadde poi, che al primo sole la pozzanghera evaporò, e dalla terra riarsa nacque un fiore.
Un uomo passò e decise di ritrarlo, fece un piccolo dipinto sul suo taccuino.
Amore.

Un giorno una donna anziana ricevette un piccolo quadro che ritraeva un piccolo fiore, era un dipinto delicato, dalla sua stanza “malata” non poteva vedere niente, ma quel fiore per lei adesso era tutto.
Felicità.

Nessuna goccia cade per caso, alcune però non lo sanno.
Quattro gocce cadute dal cielo.
Noi.

“Dissetò la meraviglia in un ricordo d’amore felice” …
Gocce.

Gianluca Nadalini, giugno 2017 – © Mozzafiato

admin