Home / LIFESTYLE / DUE DEL GIORNO / La donna è mobile qual piuma al vento.

La donna è mobile qual piuma al vento.

DUE D’INTRUSIONE

Si tratta stavolta di Due dipicche particolarmente spinosi e antipatici, decisamente non augurabili ma ahimè molto frequenti e temo presenti nel carnet di quasi tutti gli uomini.

Sono Due diversi, poiché gli altri si presentano spesso goliardici o ironici (e per tali vanno presi), atti di una commedia delle parti e hanno quasi sempre a che fare con l’innata ritrosia delle donne.
Questi no; hanno al contrario a che fare con l’altrettanto innata cedevolezza delle donne.
Il peggiore è senza dubbio il DUE DA SUBENTRO.
Molto semplice: si è palesato un altro che risulta e lei ti ha sostituito con lui. Anche molto subdolo: intanto quest’altro (invero a volte nient’affatto migliore ma solo nuovo) spesso non è uno qualsiasi ma un conoscente, un parente e persino un’amico, non di rado pure caro e ‘fidato’ (mai presentare le ragazze agli amici; salvo che si vogliano perdere, le une e gli altri!).
Poi, perché mai necessita la sostituzione?
L’allegra donzella potrebbe limitarsi ad una temporanea e occulta diversificazione con sovrapposizione?
Gli uomini spesso  neppure se ne accorgono; o lo fingono. E invece no, la pretenziosa, alla ricerca di chissà qual migliore situazione (spesso soltanto illusoria), esige la sostituzione, la cancellazione del passato e del presente, con incluso tutto ciò che di buono hanno portato.
Non capita anche agli uomini, si dirà? Sì,certo,a quelli più meschini; e  comunque di meno. Peraltro gli uomini tendono non a sostituire, ma ad integrare; ed è sicuramente meno peggio: piuttosto che perdere un bene prezioso, forse è meglio condividerlo.
Meno traumatico e dannoso è il DUE D’INSERIMENTO.
Risulti e ti vuole, tanto; proprio per questo ti illudi di essere insostituibile e commetti la leggerezza di lasciare,anche solo per pochi istanti,la tipa sola (anche soltanto per una banale commissione o qualcosa di simile). L’ambiente fortemente competitivo delle nostre società sud-occidentali, in perenne carenza di apprezzabili e disponibili ragazze, nonché la scorrettezza di molti maschi-specie d’oggi-e la volubilità delle donne stesse fanno il danno ed in un istante si azzera il tuo potente risulto, sostituito da uno magari debole ed effimero, ma sufficiente al momento per farti perdere la conquista.
Ben lo sanno gli accompagnatori di ragazze molto belle, i quali spesso nei locali le ‘scortano’ persino al bagno!
È meno grave del precedente,poiché qui la tipa non era ancora acquisita (né tanto meno accasata) ma soltanto ambita.
“La donna è mobile”; non è solo una ben orecchiabile vecchia strofa musicale.

Il Conte, marzo 2017 – © Mozzafiato

 

admin