Home / CULTURA / "Sempre caro mi fu quest'ermo colle" / Dentro me, cose mai guarite.

Dentro me, cose mai guarite.

Dentro me, cose mai guarite.

Altre che non dovevano essere curate.

Altalenanti pensieri.

Immobili pensieri.

L’assassino ha uno scopo, la vittima un altro.

Entrambi pensano sotto un cielo comune.

Il Perdersi e il ritrovarsi, hanno l’uno il bisogno dell’altro.

Tutto beffardamente ironico e imprescindibile.

Gianluca Nadalini, marzo 2017 – Mozzafiato Copyright

admin