Home / NEWS / Terremoto

Terremoto

Tre serie di scosse in meno di sei mesi, venti scosse che hanno oscillato dai 4,5 ai 6,5 gradi di magnitudo, più di 300 vittime, paesi ed edifici rasi completamente al suolo, danni non quantificabili.

Sono i numeri impressionanti per il centro Italia, colpito con insolita frequenza negli ultimi mesi, per via di una rottura di un segmento di faglia nel sottosuolo.

La solidarietà è stata immediata, le varie campagne di sms in seguito alle scosse di Agosto hanno raccolto circa 15 milioni di euro, nel frattempo però la maggior parte degli sfollati, che non possono tornare nelle proprie abitazioni, sono ancora in attesa di conoscere il proprio futuro.

Ad aggravare la loro posizione è arrivato l’inverno e, nelle ultime settimane, la neve, vera protagonista dei giorni passati per via della tragedia dell’hotel Rigopiano, in provincia di Pescara, travolto da una valanga proprio conseguente alla scossa del 18 Gennaio.

La disperazione iniziale è stata nelle ultime ore sostituita da sollievo misto a speranza per via dell’estrazione di ben dieci persone vive dalle macerie dell’hotel, ancora sommerso dalla neve.

Se tutti si stanno congratulando con gli uomini e le donne della Protezione Civile che stanno soccorrendo i possibili superstiti, stanno comunque sorgendo alcune lamentele, come sempre accade, sull’eventuale prevedibilità di tragedie del genere e del ruolo statale in tutto questo.

A Settembre, Vasco Errani è stato nominato commissario straordinario per la ricostruzione delle zone colpite, ricostruzione che ha trovato fondamento giuridico nel decreto legge n. 189 dello scorso Ottobre.

E’ notizia delle scorse ore che il commissario Errani abbia autorizzato la ricostruzione di una scuola media di Foligno, inserita insieme ad altri 24 istituti nel programma di ricostruzione.

Nuovi edifici, si spera, abbastanza solidi da resistere ad altre scosse, che è probabile arrivino, visto che la zona sembrerebbe particolarmente predisposta a movimenti nel sottosuolo.

Francesco Manzi, gennaio 2017 – © Mozzafiato

admin