Home / LIFESTYLE / Destra-Sinistra / Alla prova dei fatti 5

Alla prova dei fatti 5

Ci risiamo. Potrei aggiungere “lo sospettavo”, ma farei la misera figura di autoincensarmi. Invece passiamo ai fatti.

Il primo, la Guardia di Finanza entra in Campidoglio e acquisisce tutti i fascicoli relativi alle nomine della giunta Raggi. La signora sindaco si difende affermando: Atto dovuto, ma collaboreremo”, invece l’ex comico serio Beppe Grillo replica, senza far ridere: “Movimento cinque stelle sotto attacco”. Poco più di un’ora fa è stato arrestato Raffaele Marra, fedelissimo della Raggi e perno della sua amministrazione.

Il secondo, la Raggi ringrazia il Pontefice della lettera ricevuta con un tweet : «Una grande emozione, grazie Pontifex_it per l’invito. A presto e buona ondà!»; quando appena dopo, la riservata e sobria diplomazia vaticana ha precisato che, la lettera era indirizzata a tutti i sindaci intervenuti al convegno del sabato precedente.

Cosa dimostrano questi due fatti?

Il primo fatto mette in luce che l’edificio della supposta “onestà” del movimento ha sempre più crepe, dalle false firme di Palermo agli indagati dei comuni da loro governati.

Il secondo ci induce a non più ipotizzare, ma solo a confermare l’assoluta inadeguatezza politica, culturale dei rappresentanti dei 5 stelle e, a essere estremamente imbarazzati sull’incapacità e incompetenza che dimostrano quotidianamente, dovendo supporre una loro gestione del Governo del nostro Paese.

Infine una considerazione generale. La Raggi ha solo creato dei miraggi e si è cucita addosso un vestito che non è della sua misura.

 

 

Baldassarre Aufiero, dicembre 2016 – © Mozzafiato

 

 

 

 

 

Ufficio Stampa