Home / LIFESTYLE / Destra-Sinistra / Una visita discussa

Una visita discussa

Quella di Matteo Renzi a Washington è stata una visita istituzionale a tutto tondo: ha toccato ogni aspetto, in un modo o nell’altro, dalla politica allo sport, dalla moda al cinema. Il premier si è portato negli States l’eccellenza italiana, personalità che la rappresentano, per un importante incontro con Barack Obama, l’ultimo del Presidente degli USA con un capo di Stato estero prima delle elezioni di Novembre. “Abbiamo tenuto il meglio per la fine” ha anche detto Obama mentre parlava davanti alla Casa Bianca, appoggiando esplicitamente il SI al referendum e le riforme del governo Renzi.bebe

Probabilmente Obama poco sa della riforma costituzionale, delle conseguenze che potrebbe avere, dei motivi del SI e del NO, ma è comunque bastato per sollevare una polemica qui in Italia. Purtroppo non è nemmeno stata l’unica: sul web si è parlato di come Agnese Landini, moglie di Renzi, “sia andata a fare la vita mondana invece di svolgere il proprio lavoro di insegnante, si è addirittura discusso sul suo vestito alla cena di gala, secondo alcuni brutto, come se lo fosse o come se fosse qualcosa di importante. Si è arrivati anche a criticare le figure che il premier ha scelto per rappresentare l’eccellenza italiana, anche l’atleta paralimpica Beatrice Vio.

I più attenti, coloro che non cadono in facili ed inutili(ssime) polemiche sul nulla, avranno potuto apprezzare altro, seppure da molto molto lontano. Un incontro tra Italia e Stati Uniti, tra due culture che hanno riunito intorno allo stesso tavolo alcune delle personalità più influenti del mondo nel proprio campo, tra cinema, sport, moda, imprenditoria.

Francesco Manzi, ottobre 2016 – © Mozzafiato

admin