Home / LIFESTYLE / Destra-Sinistra / Il Giusto e lo Sbagliato

Il Giusto e lo Sbagliato

Negli ultimi giorni ho letto che “per far passare Malagò dalla parte del giusto ci vuole del talento”. La figura del Presidente del CONI che ha tanto pubblicizzato e lanciato la candidatura di Roma ad ospitare le Olimpiadi del 2024 non è certo la più amata o quella che ha dato i migliori risultati negli ultimi anni.

Mercoledì era in programma un incontro tra Malagò e Virginia Raggi, sindaco della Capitale. L’incontro non c’è stato. La Raggi è arrivata con circa 40 minuti di ritardo e Malagò e la sua delegazione a quel punto se ne erano già andati. Ad aggiungere altra carne al fuoco, altro pepe alla vicenda, sono state delle foto che testimonierebbero come il sindaco, invece di essere “con il Ministro Del Rio per impegni politici”, sarebbe stata al ristorante a finire di mangiare.raggi-1

Che il Movimento 5 Stelle e Virginia Raggi fossero contrari alle Olimpiadi, definite “Olimpiadi del Mattone” per giustificare la propria defezione con un’accusa al sistema edilizio italiano, era risaputo fin dalla campagna elettorale dei mesi scorsi. I romani hanno votato in massa il Movimento sapendo bene a che cosa andavano in contro, come ha correttamente sottolineato anche la Raggi.

Non è qui che si vuole discutere approfonditamente il perché Roma si dovesse o meno candidare come città ospitante, l’idea di chi scrive è che alla fine la decisione sia stata quella corretta, a causa dell’indebitamento della Capitale, della crisi economica che circola, delle poche basi da cui partire, della situazione delle strutture degli ultimi eventi sportivi organizzati a Roma, degli appalti che, molto facilmente, chissà a chi sarebbero finiti.

L’idea di base della Raggi e del Movimento 5 Stelle, stavolta, è perlomeno condivisibile, a seconda dell’opinione che ognuno ha: ciò che è assolutamente sbagliato è il modo con cui questa è stata esposta, imposta anzi, non presentandosi ad un incontro istituzionale con la più alta carica dello sport italiano. Comportamenti  a cui il Movimento ci ha abituati negli ultimi anni e, con maggiore intensità, negli ultimi mesi.

Francesco Manzi, settembre 2016 – © Mozzafiato

admin