I DUBBI DELLE NUVOLE

In monolocali senza imposte,
cumuli di volti caliginosi sognano
invano che i dubbi si frantumino,
mentre il padrone di casa bussa,
insistente,
per cacciarli fuori e far spazio
a nuovi inquilini portati dal vento.

In questo smisurato solaio
senza soffitto né parquet,
il sereno stinge,
frastornato da invisibili schiaffi
di note ripudiate,
costrette a rintanarsi
sotto cavalcavia dimenticati.

Non ci resta che fuggire,
cavalcando su paesi
in cui, presto o tardi,
torneremo
con gli stessi dilemmi di sempre.

Siamo nuvole raminghe,
che indugiano inquiete
in questo immenso parco
dalle larghe vesti celesti,
che chiamano a gran voce
il timonerie di questa nave,
senza ricevere mai
alcuna risposta.

 

Sonny Delvecchio, giugno 2016  – © Mozzafiato

Ufficio Stampa