Home / LIFESTYLE / “Una Splendida Vacanza”

“Una Splendida Vacanza”

Era il lontano 1932 quando il leggendario Martinitt ospitava i piccoli trovatelli della città di Milano; chiamati i Martinitt, piccoli Martini. Oggi nel 2016, la stessa struttura ha visto (giovedì 31 marzo ore 21:00) la sua ampia sala riempirsi per la prima della “effervescente” commedia “Una splendida Vacanza” scritta, diretta e recitata, dalla superlativa Ester Cantoni; la quale vanta una ricca carriera teatrale alle sue spalle.

vacanzaSi alza il sipario e il pubblico viene subito immerso in una “calda” atmosfera natalizia. A ricevere i telespettatori sono: l’eccentrica e disoccupataMarta (interpretata da Ester Cantoni) amica e coinquilina della proprietaria di casa Adriana (interpretata da Patrizia Grossi), prestigioso architetto. Le diverse scene si svolgono tutte nel moderno salotto di Adriana dai toni chiari, colorati e minimalisti che tanto differiscono dal suo look anonimo; come la stessa Marta la definisce. La trama si snoda fin da subito in modo chiaro, facendo capire al pubblico; già dalle prime due scene iniziali, il susseguirsi della storia, i cui colpi di scena sono dati dagli equivoci, intrighi e dalla maestria con cui gli attori sul palco riescono ad accentuare; con il linguaggio del corpo, la comicità delle proprie battute.

La trama (divisa in due atti) racconta la storia di Riccardo (interpretato da Giuseppe Renzo) classico “imprenditore del nulla” proveniente da una famiglia agiata, che cerca disperatamente; tramite uno stratagemma, di convincere sua sorella Adriana a prestargli i soldi per mettere in atto l’ennesimo progetto fallimentare: iniziare l’attività di allevatore di cani (meticci) e trasferire l’allevamento (che già possiede), dal giardino della sorella a un posto più adeguato. Per mettere in atto questa messa in scena, Riccardo ingaggia Filippo (interpretato da Marco Cavallaro) un povero disoccupato “pizzettaro” (come egli stesso dice) che, per racimolare qualche soldo, si finge Don Felipe: uno spagnolo (che di spagnolo non conosce altro che i ritornelli di alcuni tormentoni musicali) segretario di un nobile conte di Spagna, interessato ad acquistare alcuni dei “caninos” dell’allevamento. La truffa di Riccardo però, viene messa a dura prova dagli interventi di Marta; che col suo carattere esuberante, mette a dura prova; non solo la pazienza di Riccardo, ma anche il fisico del povero segretario improvvisato, con i suoi numerosi drink a prova di “stomaco”. Per ultimo; ma non ultimo, vediamo il bizzarro personaggio di Nicola (interpretato da Daniele Coscarella) impossessarsi delle risate del pubblico, soprattutto nei momenti in cui improvvisa alcune battute in falsetto. Nicola è l’ex fidanzato/fidanzato di Marta musicista della bizzarra band rock:PSIKIATRIC BAND, di cui Marta è eccessivamente gelosa. I 5 protagonisti daranno vita a un esplosivo scontro al rallentatore tinto di rosso, al susseguirsi del quale gli intrighi verranno a galla, per concludersi con un inaspettato ribaltamento della scena che lascerà il pubblico con il desiderio di voler scoprire di più su questi personaggi. Ogni personaggio; infatti, ha una peculiarità, ciascuno con un carattere diverso e ben definito, e nonostante abbiano una “vita propria” il ruolo di uno è legato a quello dell’altro, formando così un gruppo variegato ma indissolubile. Ed è proprio  questo l’elemento vincente, essenziale, che dona alla commedia due ore di risate garantite!

L’ottima acustica, le innumerevoli citazioni cinematografiche (che di certo non passeranno inosservate) e gli effetti speciali coinvolgono il pubblico all’interno della scena facendoli sentire parte integrante della stessa. Un’ottima commedia promossa a pieni voti, capace di restituirci allegria e spensieratezza dopo una lunga, stressante, giornata di lavoro.

Questa imperdibile commedia contemporanea tutta all’italiana sarà in scena fino al 17 aprile 2016.

Marianne Perez Lopez , aprile 2016 – © Mozzafiato

admin