Home / LIFESTYLE / Destra-Sinistra / M5stelle: Le barzellette e l’orrore

M5stelle: Le barzellette e l’orrore

Le gaffes dei Cinque stelle sono “numerose come le stelle in cielo” (Genesi 22,17).

Alcune sembrano delle barzellette, raccontate anche male.download

Gino Bramieri che le celebrava con classe, eleganza e signorilità si starà rivoltando nella tomba, ascoltandole.

Ma ultimamente il tono è cambiato.

Incominciando dal tweet di Debora Billi responsabile web dei cinquestelle a Monteciterio che sottolineava la scomparsa di Giorgio Faletti scrivendo:

“Se ne è andato Giorgio , quello sbagliato”, dolendosi della mancata scompara del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Ma le ultime dichiarazioni dello spilungone Di Battista sono terribili.

Al mio paese si dice che quando uno è alto è fesso.

Ma nel caso di Di Battista, ciò non è vero.

Per nulla.

vietcongHo provato un senso dell’orrore.

Quello descritto da Marlon Brando in “Apocalypse Now”.

” Non esistono parole per descrivere  a coloro che non sanno cosa significhi l’orrore. L’orrore e il terrore morale sono nemici da temere. L’orrore ha un volto”.

L’attore statunitenese parlava dei bimbi mutilati da parte dei Vietcong  del braccino, perché appena vaccinato contro la polio dai soldati americani.

Oggi noi parliamo del nostro Parlamento.

Attenzione.

Baldassarre Aufiero, agosto 2014 – Mozzafiato Copyright. 

admin