Home / NEWS / Suor Cristina

Suor Cristina

 

Si è conclusa l’edizione 2014 di “The Voice of Italy”, il talent-show canoro della RAI, che cerca di scovare, in un mucchio disordinato di sogni, speranze e talento grezzo, la nuova pop star della musica italiana. E la nuova pop star è stata trovata, o quasi: la suddetta infatti, di mestiere fa la suora.

suor-cristina-scuccia-201807_w650Con la vittoria finale, Suor Cristina si è definitivamente consacrata (è proprio il caso di dirlo) come il fenomeno mediatico del momento, paragonabile in ordini di grandezza a figure quali il Papa, che le ha peraltro dedicato un tweet, o all’onnipresente Renzi.

Come ogni pop star che si rispetti, la“Whoopi Goldberg” nostrana, ha diviso l’opinione pubblica nazionale: tralasciando quanti hanno tentato di inneggiare al miracolo, gli italiani si sono divisi tra gli accesi sostenitori di questa, certamente innovativa, “missione evangelizzatrice”, e chi invece resta saldo nella convinzione che la religione sia un corpo assolutamente estraneo a Youtube e ai Social vari ed eventuali.1396117647-e-la-sister-act-americana-diventa-fan-di-suor-cristina-da-comiso

Il problema vero sembra risiedere nel rischio, tutt’altro che ipotetico, che sia la televisione e l’intero buco nero-mediatico a inglobare Suor Cristina, e che lei da sola non possa riuscire a sfruttare le potenzialità comunicative del piccolo schermo, per avvicinare i giovani al mondo cattolico.

Nonostante quest’annosa questione, era evidente ormai anche ai sassi, che la chiesa avesse un urgente bisogno di adeguamento ai cambiamenti sociali, e, vista la partecipazione dei giovani su internet al fenomeno, si può dire che l’esperimento sia riuscito abbastanza.

I video delle performance hanno ottenuto visualizzazioni da record su Youtube, e di condivisioni sui diversi social network, e la RAI ha registrato i suoi picchi di share, quando la devota ha recitato un Padre Nostro; visibilità sapientemente sfruttata dai consulenti marketing dell’emittente, che hanno tirato fuori dal cilindro la proiezione in prima serata di “Sister Act”.

jax-suor-cristina-defaultSuor Cristina condivide e incarna allo stesso tempo il messaggio del neo-papa, sulla necessità di avvicinare la chiesa alla gente con ogni mezzo, senza chiudersi nel pregiudizio, ad aspettare che sia la gente stessa ad avvicinarsi; utilizzare la modernità come uno strumento, e non come uno spauracchio.

La sorella nel frattempo, salutati J Ax e gli altri, è tornata in convento, con un contratto discografico

nel proverbiale “taschino”, dove attenderà le decisioni dei superiori, e chissà da quanto “in alto” arriveranno.

Claudio Rao, giugno 2014 – Mozzafiato Copyright 

admin