Home / LIFESTYLE / Destra-Sinistra / La vecchia volpe genovese

La vecchia volpe genovese

Domanda da un milione di euro (o di dollari, per gli euroscettici; oppue di dracme per certi militanti della Lega Nord): per quale mistico scherzo degli dei delle televisioni ieri sera è apparso Beppe Grillo negli studi di Porta a Porta?Grillo 3

Dopo aver consultato l’oracolo di Delfi e qualche stregone animista, l’unico motivo logico di questa improvvisata, a 21 anni di distanza dall’ultima apparizione di Grillo in Rai, è legato indissolubilmente alla ragione che muove l’Italia delle parole al vento: la campagna elettorale.

La vecchia volpe genovese, dopo aver dichiarato senza mezzi termini la morte della tv, è andata a sedersi proprio nel salotto preferito di Mr. B, che per anni, assiso in trono, ha pontificato e sproloquiato davanti alle telecamere senza l’ombra di un giornalista che gli ponesse una domanda scomoda. E senza l’ombra di un infermiere che lo portasse, magari con una bella camicia di forza.

Grillo 5L’intervista di Vespa a Grillo si è presto trasformata in un comizio elettorale, evidenziando cose già note, come l’inconsistenza giornalistica di Vespa e la caoticità di Grillo, che ci si augura non abbia trasmesso ai suoi adepti.

Fatto sta che la mossa di Grillo di accettare l’invito dell’insetto più ossequioso del servizio pubblico ha permesso al Movimento 5 Stelle di lanciare l’amo nello stagno del pubblico di Porta a Porta, alla ricerca di consensi in quella fetta di elettorato indifferente alle oceaniche manifestazioni di piazza o perfino intimorito dai toni del Robespierre ligure.Grillo 17

La parola presto passerà agli elettori.

Solo allora sapremo se la mossa di Grillo avrà sortito l’effetto sperato oppure no.

Perciò non resta che mettersi con le braccia conserte e attendere…

Sonny Delvecchio , maggio 2014 – Mozzafiato Copyright

admin